Close

Not a member yet? Register now and get started.

lock and key

Sign in to your account.

Account Login

Forgot your password?

Botanica

La pianta del caffè è un arbusto sempreverde appartenente alla famiglia delle Rubiacee del genere Coffe. Le specie coltivate più diffuse sono la Coffea Arabica e la Coffea Conephora meglio conosciute come Arabica e Robusta. La coltivazione del caffè prospera nella fascia  compresa tra i due tropici il cui habitat naturale si trova in zone  dove la temperatura varia tra 15° e i 25° C e l’altitudine tra i 200 e i 2000 m slm. Per una perfetta coltura la pianta del caffè richiede terreni ricchi di azoto, potassio e humus, esposizione al sole, inclinazione del terreno e una buona distribuzione delle piogge.La coltivazione del caffè inizia nei vivai, in cui migliaia di semi accuratamente selezionati vengono fatti germogliare e sviluppare fino ad una altezza di 50 cm e dopo un anno circa le più sane e vigorose vengono messe a dimora nelle piantagioni . Dopo i primi tre anni necessari a completare lo sviluppo, le piante danno vita a fioriture: folti grappoli di fiorellini bianchi e dopo alcuni giorni compaiono i frutti. Dapprima di colore verde, le bacche giungono a maturazione in sette mesi circa passando da un colore rosso per poi diventare marrone scuro quasi nero. Dopo la raccolta le bacche devono subire un primo intervento volto all’eliminazione dei corpi estranei e poi la fase successiva sarà l’estrazione dei semi dalla bacca  che può avvenire per via secca o per via umida. Prima di essere commercializzato il caffè deve essere ancora pulito e classificato , a questo punto è pronto per essere trasportato ai porti di imbarco e all’esportazione verso i paesi consumatori.